La lettera aperta per Zingaretti su "Il Corriere della sera" -

La lettera aperta per Zingaretti su “Il Corriere della sera”

La lettera aperta per Zingaretti su “Il Corriere della sera”

Coop S. Francesco a rischio «La Regione ci sostenga»

Vogliamo comunicare la situazione di disagio della Cooperativa Sociale S. Francesco Onlus, di via del Casaletto. Gestiamo un centro diurno in regime residenziale e semiresidenziale, accreditato dalla Regione, per circa 27 utenti con disabilità mentale, e un centro di riabilitazione prevalentemente per bimbi malati: siamo accreditati per 60 terapie al giorno. A oggi il budget regionale basta a coprire solo un terzo delle prestazioni previste. La cooperativa ha requisiti e risorse per soddisfare il fabbisogno richiesto dai cittadini, ma è bloccata dal mancato stanziamento dei fondi. Ogni giorno riceviamo richieste disperate di genitori di bambini con problemi dello sviluppo neuropsicomotorio e del linguaggio (causati da paralisi cerebrale infantile, Down, autismo, etc), ché non riescono a pagare le terapie privatamente. Tante anche le richieste per adulti disabili affetti da malattie degenerative (Parkinson, Alzheimer, SLA, SM), ictus, ischemie o traumi cranici, con esiti di problemi di linguaggio e/o deambulatori), mali che non possono aspettare la burocrazia. Il bisogno di assistenza sanitaria è molto più importante dei cavilli. Nonostante la cooperativa sia in sofferenza economica, i soci hanno voluto mantenere alti i livelli di qualità dei servizi. Per farlo si sono ridotti lo stipendio. Dal 2010 i dipendenti sono in cassa integrazione, che terminerà a giugno, senza possibilità di rinnovo. La chiusura della S. Francesco sarebbe una catastrofe per gli utenti e circa 260 famiglie con grave disagio sociale, già assistite da noi per la distribuzione di viveri e sostegno di beni di prima necessità attraverso il suo sportello sociale. Il problema è il modo in cui viene stanziato il budget regionale, pertanto chiediamo di rivedere le logiche con cui vengono attribuiti i fondi, che non si basino quindi solo sulla storicità delle prestazioni degli anni precedenti, ma sull?accreditamento e sul fabbisogno territoriale. Chiediamo anche che venga assegnato il finanziamento previsto in accreditamento; questo lo si può fare ridistribuendo in modo più equo i contributi per le strutture ex art.26, per dare la possibilità a cooperative vere, come la nostra, di dare risposte adeguate e pragmatiche alle richieste del territorio.

Cooperativa Sociale San Francesco

Pagina 12
(28 aprile 2015) – Corriere della Sera

 

Screenshot della pagina del Corriere.it, edizione online del quotidiano (clicca qui)

Lettera aperta della Cooperativa San Francesco all Regione Lazio su Il Corriere della Sera

Devolvi il tuo 5×1000 alla San Francesco ONLUS c.f. 07532930588

Devolvi il tuo 5x1000 alla San Francesco ONLUS c.f. 07532930588

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: