Servizi in forma privata Età Evolutiva

Età evolutiva

Presso il Centro di Riabilitazione Padre Pio si eseguono valutazioni diagnostiche e interventi riabilitativi quali: terapia logopedica, terapia neuro-psicomotoria e sostegno psicologico anche in regime privato, in modalità ambulatoriale.

Contatti: tel. 06 6536113 – 366 4063941, fax 06.92912005, e-mail: ambulatorio@sanfrancescocoop.it

Equipe Riabilitativa

L'Equipe Riabilitativa Ambulatoriale per l’età evolutiva è composta da:

  • Neuropsichiatra Infantile
  • Psicologo
  • Logopedista
  • Neuropsicomotricista dell’età evolutiva.

I suoi componenti, coordinati dal Medico Responsabile, condividono la “presa in carico” dell’utente, concorrendo, ognuno per le proprie competenze, al raggiungimento degli obiettivi riabilitativi.

La famiglia viene messa nella condizione di partecipare il più possibile alla programmazione delle attività riabilitative e assistenziali, in modo che conosca e approvi il Progetto Riabilitativo Individuale e, più in generale, che ne condivida gli obiettivi, i tempi e le modalità di verifica.

Modalità e procedure di presa in carico

La domanda di inserimento può essere fatta direttamente presso la Segreteria dell’Ambulatorio, nei giorni e negli orari sopra indicati, oppure via fax o email compilando il modulo di inserimento e il consenso Privacy (rispettivamente allegati D1 e J alla Carta dei Servizi), scaricabili all’indirizzo www.sanfrancescocoop.it.

La data di ricezione della domanda (completa di tutte le informazioni) fa fede, se richiesto, anche per l’inserimento nella Lista di Attesa per accedere ai servizi in convenzione.

La funzione di vigilanza sulla gestione delle liste di attesa del Centro è compito del Direttore Sanitario Dr.ssa Simona Izzo; la tenuta della documentazione relativa alle liste del Servizio Ambulatoriale è di competenza della Coordinatrice del Centro Dr.ssa Livia Morone.

La presa in carico dell’utente inizia con la visita medica specialistica del neuropsichiatra infantile ed è seguita, secondo necessità, o da valutazione logopedica e/o neuropsicomotoria e/o psicodiagnostica o direttamente dall’avvio delle attività riabilitative.

In tale occasione è richiesta alla famiglia tutta la documentazione clinica riguardante il bambino.

Durante la prima visita il Medico Responsabile riporta sul Modulo di d’Ingresso i dati anagrafici, anamnestici, l’esame obiettivo e l’eventuale terapia farmacologica, e redige la diagnosi oltre a definire tempi e modalità di presa in carico.

Entro sette giorni, il Medico Responsabile riunisce l’Equipe Riabilitativa, per comunicare i risultati della prima visita e valutare eventuali approfondimenti. Entro 45 giorni circa l’Équipe elabora il Progetto Riabilitativo Individuale “P.R.l.”.

Acquisita l’adesione del paziente o della famiglia con la firma del P.R.I e del “consenso informato”, l'Équipe avvia la presa in carico secondo le indicazioni del progetto.

Entro due mesi circa dalla presa in carico viene effettuato un colloquio iniziale tra l’equipe multidisciplinare e i genitori in cui vengono restituiti i risultati delle valutazioni effettuate e vengono condivisi gli obiettivi riabilitativi individuati. La verifica periodica del raggiungimento degli obiettivi avviene secondo le tempistiche ritenute idonee dal professionista.

Tutte le attività riabilitative sono svolte in un clima sereno e favorevole all’interazione fra terapista, bambino, famiglia e insegnanti. Sono previsti per i pazienti in età evolutiva incontri periodici con la scuola degli utenti, che possono avvenire sia in sede che presso l’istituto scolastico.

Le attività mirano al raggiungimento di obiettivi a breve e lungo termine, dichiarati nel PRI, utilizzando metodologie, sussidi e strumenti per realizzare un intervento che tenga conto dei bisogni dell’utente, nel rispetto dei suoi tempi.

Le attività si svolgono in ambulatorio. I trattamenti hanno una durata di 50 minuti e si attuano, secondo il contenuto e la frequenza previsti dal Progetto Riabilitativo Individuale (PRI), in giorni e orari proposti dalla Segreteria in accordo con la famiglia.

Il processo di dimissione si attua al raggiungimento degli obiettivi previsti nel PRI o su richiesta dei familiari. Un’osservazione multidisciplinare conclusiva definisce in dimissione l’efficacia dei trattamenti eseguiti.

Durante lo svolgimento del PRI è possibile chiedere la relazione della valutazione iniziale, certificazione delle attività in corso e relazioni intermedie. In dimissione sono disponibili le relazioni conclusive degli operatori coinvolti nel percorso riabilitativo.

Per la richiesta di documentazione clinica i genitori dell’utente sottoscrivono apposito modulo, disponibile in Segreteria. La consegna della documentazione avviene entro 15 giorni.

Listino prezzi e regolamentazione delle assenze

I costi relativi alle prestazioni sopra indicate sono riportati nel Tariffario, affisso in Segreteria e nell’Allegato I alla Carta dei Servizi della Struttura, scaricabile on line.

La famiglia può scegliere se saldare singolarmente le singole prestazioni o se aderire ad un progetto chiamato “Ticket Sociale”.

Presso il Centro di Riabilitazione Padre Pio si eseguono valutazioni diagnostiche e interventi riabilitativi quali: terapia logopedica, fisiokinesiterapia, terapia occupazionale e sostegno psicologico anche in regime privato, in modalità ambulatoriale.

Contatti: tel. 06 6536113 – 366 4063941, fax 06.92912005, e-mail: ambulatorio@sanfrancescocoop.it

Equipe Riabilitativa

L'Equipe Riabilitativa Ambulatoriale, coordinata dal Fisiatra che definisce tempi e modalità della presa in carico, è composta da:

  • Psicologo
  • Logopedista
  • Terapista Occupazionale
  • Fisioterapista.

I suoi componenti, condividono la “presa in carico” dell’utente, concorrendo, ognuno per le proprie competenze, al raggiungimento degli obiettivi riabilitativi.

Nei casi in cui gli interventi riabilitativi necessitino di un supporto da/per le famiglie di provenienza degli Assistiti, vengono offerti colloqui informativi e conoscitivi con il Direttore Sanitario, il Fisiatra lo Psicologo, oltre che colloqui mirati con i diversi referenti.

Modalità e procedure di presa in carico

La domanda di inserimento può essere fatta direttamente presso la Segreteria dell’Ambulatorio, nei giorni e negli orari sopra indicati, oppure via fax o email compilando il modulo di inserimento e il consenso Privacy (rispettivamente allegati D2 e J alla Carta dei Servizi), scaricabili all’indirizzo www.sanfrancescocoop.it.

La data di ricezione della domanda (completa di tutte le informazioni) fa fede, se richiesto, anche per l’inserimento nella Lista di Attesa per accedere ai servizi in convenzione.

La funzione di vigilanza sulla gestione delle liste di attesa del Centro è compito del Direttore Sanitario Dr.ssa Simona Izzo; la tenuta della documentazione relativa alle liste del Servizio Ambulatoriale è di competenza della Coordinatrice del Centro Dr.ssa Livia Morone.

La presa in carico dell’utente inizia con la visita medica specialistica del fisiatra ed è seguita, secondo necessità, o da valutazione logopedica e/o psicodiagnostica o direttamente dall’avvio delle attività riabilitative.

In tale occasione è richiesta tutta la documentazione clinica.

Durante la prima visita il fisiatra esegue la valutazione e riporta sul Modulo di d’Ingresso dati anagrafici, anamnesi, esame obiettivo ed eventuale terapia farmacologica, oltre a definire tempi e modalità di presa in carico.

Entro sette giorni, il fisiatra riunisce l’Equipe Riabilitativa (di regola, composta da psicologo, logopedista, terapista occupazionale, fisioterapista), per comunicare i risultati della prima visita e valutare eventuali approfondimenti. Entro 45 giorni circa l’Équipe elabora il Progetto Riabilitativo Individuale “P.R.l.”.

Acquisita l’adesione dell’interessato con la firma del P.R.I e del “consenso informato”, l'Équipe avvia la presa in carico secondo le indicazioni del progetto.

Entro due mesi circa dalla presa in carico viene effettuato un colloquio iniziale tra l’equipe multidisciplinare e l’utente (o chi per lui) in cui vengono restituiti i risultati delle valutazioni effettuate e vengono condivisi gli obiettivi riabilitativi individuati. La verifica periodica del raggiungimento degli obiettivi avviene secondo le tempistiche ritenute idonee dal professionista.

Tutte le attività riabilitative sono svolte in un clima sereno e favorevole all’interazione fra terapista, paziente e famiglia. Nei casi in cui gli interventi riabilitativi necessitino di un supporto da/per le famiglie di provenienza, sono previsti incontri periodici con i familiari.

Le attività mirano al raggiungimento di obiettivi a breve e lungo termine, dichiarati nel PRI, utilizzando metodologie, sussidi e strumenti per realizzare un intervento che tenga conto dei bisogni dell’utente, nel rispetto dei suoi tempi.

Le attività si svolgono in ambulatorio. I trattamenti hanno una durata di 50 minuti e si attuano, secondo il contenuto e la frequenza previsti dal Progetto Riabilitativo Individuale (PRI), in giorni e orari proposti dalla Segreteria in accordo con il paziente.

Il processo di dimissione si attua al raggiungimento degli obiettivi previsti nel PRI o su richiesta del paziente. Un’osservazione multidisciplinare conclusiva definisce in dimissione l’efficacia dei trattamenti eseguiti.

Durante lo svolgimento del PRI è possibile chiedere la relazione della valutazione iniziale, certificazione delle attività in corso e relazioni intermedie. In dimissione sono disponibili le relazioni conclusive degli operatori coinvolti nel percorso riabilitativo.

Per la richiesta di documentazione clinica il paziente o chi per lui sottoscrive apposito modulo, disponibile in Segreteria. La consegna della documentazione avviene entro 15 giorni.

Listino prezzi e regolamentazione delle assenze

I costi relativi alle prestazioni sopra indicate sono riportati nel Tariffario, affisso in Segreteria e nell’Allegato I alla Carta dei Servizi della Struttura, scaricabile on line.

La famiglia può scegliere se saldare singolarmente le singole prestazioni o se aderire ad un progetto chiamato “Ticket Sociale”.