Centro di riabilitazione ambulatoriale -

Centro di riabilitazione ambulatoriale



Regime Ambulatoriale

(Accreditamento per 60 prestazioni giornaliere)

Medico Responsabile Dr.ssa Paola Fiorini Rosa Neuropsichiatra

Recapiti e orari

Il Centro di Riabilitazione Padre Pio si trova a Roma, in via del Casaletto 400, ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 20:00

La Segreteria è a disposizione degli utenti dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 20:00.

Contatti: tel. 06 6536113 – 366 4063941, fax 06.92912005, e-mail: ambulatorio@sanfrancescocoop.it

Età Evolutiva

Guida ai Servizi Età Evolutiva SSR (scaricabile)

L’Ambulatorio dell’Età Evolutiva accoglie bambini che presentano disturbi dello sviluppo negli ambiti previsti dalla Regione Lazio:
paralisi cerebrali infantili,
disturbi neuromuscolari,
disturbi specifici o generalizzati dello sviluppo,
disturbi cognitivi

L’equipe riabilitativa è composta da:
Neuropsichiatra Infantile,
Psicologhe
Logopedisti
Terapisti della neuro e psicomotricità.

Per ogni bambino viene elaborato un Progetto Riabilitativo Individuale (P.R.I.), con interventi di logopedia, neuropsicomotricità e psicoterapia.

Il Neuropsichiatra è il responsabile del P.R.I., coordina l’equipe e definisce tempi e modalità della presa in carico.
Per tutta la durata del Progetto monitora il lavoro dei terapisti, l’evoluzione e gli esiti degli interventi proposti, attraverso le osservazioni in terapia, le riunioni di equipe e le valutazioni funzionali.

Inoltre, nell’ottica di una presa in carico globale del bambino e della famiglia,l’equipe riabilitativa, offre:

counseling familiari per il coinvolgimento nel percorso riabilitativo, e per un eventuale supporto in situazioni di disagio psico-sociale;

collaborazione con le scuole (partecipazione ai GLH come previsto dalla Legge 104/92 e incontri con gli insegnanti per i bambini che usufruiscono della legge 170/2010);

scambio continuo di informazioni con i referenti A.S.L. relativamente alla diagnosi, al P.RI, all’evoluzione del quadro clinico e alle fragilità del piccolo paziente.

Adulti

Guida ai servizi Età Adulta SSR (scaricabile)

L’ambulatorio effettua trattamenti riabilitativi per le seguenti patologie:

Disabilità motorie e del linguaggio; patologie del sistema nervoso centrale e periferico (paralisi post-ictus, emiparesi, tetraparesi, sclerosi multipla, sclerosi laterale amiotrofica, sindrome di Parkisons, nevriti e polinevriti, demenza senile, ecc.); esiti di traumi ed interventi chirurgici; disturbi motori e cognitivo-linguistici post-trauma cranico o post tumori.

Il fisiatra definisce tempi e modalità della presa in carico del paziente nell’elaborazione del progetto e programma riabilitativo e coordina l’equipe costituita dalle seguenti figure professionali:

psicoterapeuta

fisioterapista

terapista occupazionale

logopedista

Fanno inoltre parte della presa in carico, a seconda del progetto individuale:

-riunioni di equipe ed incontri di sintesi

-controlli medico specialistici

-sedute di approfondimento diagnostico

-colloqui di supporto psico pedagogico per le famiglie

-coordinamento con i servizi invianti

Nei casi in cui gli interventi riabilitativi necessitino di un supporto da/per le famiglie di provenienza degli Assistiti, vengono offerti i seguenti servizi:

colloqui informativi e conoscitivi con il Direttore Sanitario, il Fisiatra, lo Psicologo, oltre che colloqui mirati con i diversi referenti;

il questionario di soddisfazione per la rilevazione della qualità percepita (All. A alla Carta dei Servizi);

raccolta di reclami e suggerimenti (All. B alla Carta dei Servizi e Cassette dei Suggerimenti).

Lista di Attesa e inserimento

Criteri e Modalità Età Evolutiva

La Regione definisce i criteri clinici per l’accesso all’assistenza riabilitativa erogata in regime ambulatoriale.

La funzione di vigilanza sulla gestione delle liste di attesa del Centro è compito del Direttore Sanitario Dr.ssa Simona Izzo; la tenuta della documentazione relativa alle liste del Servizio Ambulatoriale è di competenza della Coordinatrice del Centro Dr.ssa Livia Morone.

Contatti: tel. 06 6536113 – 366 4063941, fax 06.92912005, e-mail: ambulatorio@sanfrancescocoop.it

La domanda di inserimento può essere fatta direttamente presso la Segreteria dell’Ambulatorio, nei giorni e negli orari sopra indicati, oppure via fax o email compilando il modulo di inserimento e il consenso Privacy (rispettivamente allegati D1 e J alla Carta dei Servizi), scaricabili all’indirizzo www.sanfrancescocoop.it.

La data di ricezione della domanda (completa di tutte le informazioni) fa fede per l’inserimento in Lista di Attesa.
Per lo scorrimento della Lista si terrà conto (oltre al dato temporale), anche di altri criteri:
età del bambino, diagnosi, ASL di appartenenza, eventuale percorso riabilitativo già in atto altrove, e l’effettiva disponibilità delle figure riabilitative.

In ogni caso la Direzione Sanitaria del Centro è a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Quando si ravvisi la possibilità di una nuova presa in carico il Medico Responsabile, di concerto con il Direttore Sanitario, indica chi, in lista d’attesa, presenti i requisiti per la Prima Visita .

Il Coordinatore del Centro contatta la famiglia e fissa (secondo le disponibilità del Medico Responsabile e al massimo entro la settimana successiva) la data per la Prima Visita, necessaria all’avvio di un eventuale ciclo riabilitativo. In tale occasione è richiesta alla famiglia tutta la documentazione clinica riguardante il bambino.

Durante la prima visita il Medico Responsabile esegue la valutazione e riporta sul Modulo di d’Ingresso dati anagrafici, anamnesi, esame obiettivo ed eventuale terapia farmacologica, oltre a definire tempi e modalità di presa in carico.

Entro sette giorni, il Medico Responsabile riunisce l’Equipe Riabilitativa (di regola, composta da psicologo, logopedista, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva), per comunicare i risultati della prima visita e valutare eventuali approfondimenti. Entro venti giorni circa l’Équipe elabora il Progetto Riabilitativo Individuale “P.R.l.”.

Acquisita l’adesione della famiglia con la firma del P.R.I e del “consenso informato”, l’equipe avvia la presa in carico secondo le indicazioni del progetto. In base alla durata del progetto, l’equipe riabilitativa effettua valutazioni di verifica intermedia (a 180 giorni dall’inizio) e/o finali sull’andamento e/o sull’esito del progetto; con i medesimi criteri valutativi utilizzati per la valutazione iniziale.

In base ai risultati delle valutazioni effettuate, si decide di concludere il progetto riabilitativo (“dimissioni d’Équipe”) oppure, almeno 20 gg. prima della scadenza, di richiederne la proroga al competente Distretto ASL di residenza dell’utente. In caso di parere favorevole, si prosegue con la “presa in carico”.

  • Tabella Tempi previsti e Tempi medi
  • Modulo inserimento (All. D1) + Informativa e Consenso Privacy(All. J) scaricabili

Criteri e Modalità Età Adulta

La Regione definisce i criteri clinici per l’accesso all‘assistenza riabilitativa erogata in regime ambulatoriale.

La funzione di vigilanza sulla gestione delle liste di attesa del Centro è compito del Direttore Sanitario Dr.ssa Simona Izzo; la tenuta della documentazione relativa alle liste del Servizio Ambulatoriale è di competenza della Coordinatrice del Centro Dr.ssa Livia Morone.

La domanda di inserimento può essere fatta direttamente presso la Segreteria dell’Ambulatorio, nei giorni e negli orari sopra indicati, oppure via fax o email compilando il modulo di inserimento e il consenso Privacy (rispettivamente allegati D2 e J alla Carta dei Servizi), scaricabili all’indirizzo www.sanfrancescocoop.it.

La data di ricezione della domanda (completa di tutte le informazioni) fa fede per l’inserimento in Lista di Attesa.

Per lo scorrimento della Lista si terrà conto (oltre al dato temporale), anche di altri criteri: diagnosi, Asl di appartenenza, eventuale percorso riabilitativo già in atto altrove, e l’effettiva disponibilità delle figure riabilitative.

In ogni caso la Direzione Sanitaria del Centro è a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Quando si ravvisi la possibilità di una nuova presa in carico il Fisiatra, di concerto con il Direttore Sanitario, indica chi, in lista d’attesa, presenti i requisiti per la Prima Visita .

Il Coordinatore del Centro contatta il paziente e fissa (secondo le disponibilità del Fisiatra e al massimo entro la settimana successiva) la data per la Prima Visita, necessaria all’avvio di un eventuale ciclo riabilitativo. In tale occasione è richiesta tutta la documentazione clinica.

Durante la prima visita il Fisiatra esegue la valutazione e riporta sul Modulo di d’Ingresso dati anagrafici, anamnesi, esame obiettivo ed eventuale terapia farmacologica, oltre a definire tempi e modalità di presa in carico.

Entro sette giorni, il Fisiatra riunisce l’Equipe Riabilitativa (di regola, composta da psicoterapeuta, logopedista, fisioterapista, terapista occupazionale), per comunicare i risultati della prima visita e valutare eventuali approfondimenti. Entro venti giorni circa l’Équipe elabora il Progetto Riabilitativo Individuale “P.R.l.”.

Acquisita l’adesione con la firma del P.R.I e del “consenso informato”, l’Équipe avvia la presa in carico secondo le indicazioni del progetto. In base alla durata del progetto, l’Équipe riabilitativa effettua valutazioni di verifica intermedia (a 180 giorni dall’inizio per i progetti a 360 giorni) e/o finali sull’andamento e/o sull’esito del progetto; con i medesimi criteri valutativi utilizzati per la valutazione iniziale.

In base ai risultati delle valutazioni effettuate, si decide di concludere il progetto riabilitativo (“dimissioni d’Équipe”) oppure, almeno 20 gg. prima della scadenza, di richiederne la proroga al competente Distretto ASL di residenza dell’utente. In caso di parere favorevole, si prosegue con la “presa in carico”.

  • Tabella Tempi previsti e Tempi medi
  • Modulo inserimento (All. D2) + Informativa e Consenso Privacy(All. J) scaricabili